Se acquisto/affitto un immobile.

È necessario comunicare l’iscrizione alla tariffa entro 60 gg dalla data di avvenuta detenzione/occupazione (contratto di acquisto/affitto) fornendo copia del contratto di acquisto, affitto, comodato d’uso, o gli estremi del proprietario, ecc…

Se vendo/affitto un immobile.

E’ necessario inviare la comunicazione di cessazione entro 60 gg. Dalla data di fine occupazione/detenzione dichiarando i dati del proprietario o nuovo occupante, oppure fornendo il contratto di vendita, cessazione locazione.

Se cesso/affitto l’attività.

Oltre a dare comunicazione, entro 60 gg., della cessazione occorre produrre una visura camerale comprovante la cessazione e contratto di/vendita/affitto dell’attività.

Se inizio un’attività

E’ necessario comunicare entro 60 gg. l’inizio attività compilando la modulistica “ATTIVITA’ PRODUTTIVE”. I dati obbligatori nella denuncia sono:
- dati anagrafici e societari
- decorrenza occupazione detenzione
- data inizio attività
- indirizzo ubicazione
- utenza codice Istat o codice attività
- dati catastali superficie planimetria

Per sapere come viene applicata la tariffa alla mia attività.

L’individuazione della categoria di appartenenza avviene con riferimento al codice Istat o Codice attività

Se trasferisco la residenza in altro Comune.

E’ necessario inviare la comunicazione di cessazione entro 60 gg. Dalla data di fine occupazione/detenzione dichiarando i dati del proprietario o nuovo occupante, oppure fornendo il contratto di vendita/ cessazione locazione. Nel caso in cui l’immobile rimanga a disposizione, si deve dichiararne il tipo di utilizzo.

Per calcolare la superficie soggetta a tariffa.

E’ necessario calcolare le superfici di tutti i locali , qualunque sia la loro destinazione ed il loro uso, i locali accessori anche se separati, le aree coperte anche se aperte su uno o più lati, le aree scoperte utilizzate per l’esercizio dell’attività

Se la mia attività comprende aree scoperte.

Per le utenze non domestiche le aree scoperte sono assoggettate a tariffa per la parte utilizzata per lo svolgimento dell’attività, con esclusione di quelle parti pertinenziali, accessorie o ornamentali, come le aree a verde, la viabilità, il parcheggio gratuito di autoveicoli e simili

Ci sono delle superfici che posso escludere ai fini del calcolo della tariffa

L’art. 16 del Regolamento per l’applicazione della tariffa prevede l’esclusione di alcune aree. A titolo esemplificativo: locali riservati a impianti tecnologici, le aree occupate da macchinari ed attrezzature di lavorazione infisse stabilmente al suolo, aree scoperte di transito, manovra e sosta purché segnalate, le aree occupate da erogatori automatici “alla spina” di detersivi (allegare planimetria dettagliata).

Se si verifica un aumento o diminuzione di superficie

E’ necessario darne comunicazione, entro 60 gg. Dall’avvenuta variazione, fornendo anche una planimetria aggiornata dell’immobile.

Se la mia attività ha un’autorizzazione stagionale.

E’possibile chiedere di applicare la tariffa rapportata al periodo di occupazione o conduzione, per le attività in possesso di autorizzazione inferiore a 183 gg. rilasciata dai competenti organi. per quelle rientranti nelle categorie 7, 8, 22, 23 e 24 (alberghi con e senza ristorante, ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub, mense, birrerie, amburgherie, bar, caffè, pasticcerie) non si calcolano i periodi di chiusura superori a 60 gg. (Allegare documentazione)

Se trasferisco l’attività all’interno o fuori Comune.

E’ necessario darne comunicazione entro 60 gg. dichiarando il nuovo immobile e cessando il precedente.

Se l’attività cambia la ragione sociale, codice fiscale/partita iva.

E’ necessario comunicare entro 60 giorni:
- nuovi dati anagrafici e societari
- data inizio nuova attività
- indirizzo sede legale
- codice Istat o codice attività
- visura CCIAA

Se l’immobile è oggetto di lavori di ristrutturazione

E’ necessario darne comunicazione entro 60 gg. dichiarando il nuovo immobile e cessando il precedente.

Se si verifica un aumento o diminuzione di superficie.

E’ necessario dare comunicazione, entro 60 gg., dell’avvenuta variazione, fornendo anche una planimetria aggiornata dell’immobile. Le variazioni che comportano il pagamento di una minore tariffa hanno comunque effetto dal giorno successiv

Se nello svolgimento dell’attività si producono rifiuti speciali.

E’ necessario fornire una planimetria dettagliata evidenziando le relative zone e dichiarando la superficie dove vengono prodotti i rifiuti speciali; per tali aree viene calcolata solo la parte variabile della tariffa. Per alcune attività è applicata una riduzione forfettaria (art. 16 del Regolamento Tariffa Rifiuti

Se non ho ricevuto la fattura.

E’ necessario chiamare il n. verde o inviare una e-mail: arriverà una copia della fattura e i bollettini postali per il pagament

Se ho smarrito il bollettino di conto corrente per il pagamento della fattura.

E’ necessario chiamare il n. verde o inviare e-mail: saranno inviati i bollettini postali.

Se pago in ritardo una fattura.

Nella fattura successiva all’avvenuto pagamento saranno addebitati gli interessi di mora.

Se voglio far addebitare le fatture sul conto che ho alla Banca/Posta.

E’ necessario utilizzare il tagliando allegato alle fatture “Autorizzazione permanente di addebito in conto”.

Se voglio rateizzare un sollecito.

Se mi arriva un sollecito di pagamento di una o più fatture, che risultano non pagate, e voglio chiedere la rateizzazione dell’importo totale, devo fare richiesta presso lo sportello TIA.

Se mi arriva un ruolo coattivo.

E’ necessario provvedere al pagamento nel termine indicato nella cartella notificata utilizzando il bollettino allegato oppure recandosi presso gli uffici di Equita