Il nuovo sistema di raccolta differenziata del centro storico il cui inizio era previsto il 25 novembre ma slittato a causa del ricorso, può entrare in funzione. Il tribunale amministrativo della Toscana ha infatti respinto l’istanza cautelare presentata dalla seconda classificata, EMZ, confermando così la legittimità delle scelte operate da Sistema Ambiente, che ha individuato in ID&A l’azienda a cui affidare la realizzazione delle isole ecologiche fuori terra informatizzate. 

Il nuovo sistema prevederà l'eliminazione della raccolta dei sacchetti filo-strada, grazie all’introduzione di 70 nuove isole ecologiche fuori terra, che andranno ad aggiungersi a quelle a scomparsa già esistenti. Le nuove isole, denominate Garby, termine suggestivo che si richiama ad una pluralità di significati, si troveranno a due passi da casa o dal posto di lavoro; saranno facilmente raggiungibili e perfettamente accessibili, rivelandosi così anche molto comode e vicine alle esigenze di tutti. Inoltre – un aspetto, questo, ugualmente importante - il nuovo sistema di organizzazione e gestione della raccolta differenziata non comporterà aumenti o variazioni in bolletta.  Tutte le isole saranno utilizzabili esclusivamente con la nuova tessera personalizzata fornita gratuitamente da Sistema Ambiente. Con questa novità, il Comune di Lucca e l’azienda pubblico-privata che si occupa di igiene urbana intendono conseguire un duplice obiettivo: salvaguardare l’ambiente e migliorare il decoro cittadino.  Nei prossimi giorni, Sistema Ambiente e l’Amministrazione Comunale, oltre a comunicare il giorno ufficiale di avvio del nuovo sistema di raccolta differenziata del centro, informeranno i cittadini anche sulle prossime assemblee programmate.

Le tessere potranno essere ritirate nei seguenti giorni e orari: 

  • lunedì dalle 9.30 alle 16.00 al Punto di Accoglienza Turistica del Comune di Lucca, in piazzale Verdi (vecchia Porta San Donato);
  • martedì e giovedì dalle 08:30 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 17:00 - Sede di Sistema Ambiente Borgo Giannotti;
  • mercoledì dalle 08:30 alle 13:00 - Sede di Sistema Ambiente Borgo Giannotti; 
  • sabato dalle 09:00 alle 12:00 - ex biglietteria Teatro del Giglio in piazza del Giglio.

  Volantino Riunioni                  Brochure               Posizionamento Garby

GARBY
Il nome scelto per le nuove isole ecologiche di Lucca intende evocare molteplici suggestioni. Intanto è un vezzeggiativo affettuoso che rimanda al garbo lucchese, pur derivando dal sostantivo garbage, che è la traduzione del termine italiano “spazzatura”. Infine, il richiamo socio-culturale più rilevante è quello che si rifà al Garbage Patch State, lo stato federale riconosciuto nel 2013 dall’Unesco su proposta dall’artista e architetto lucchese Maria Cristina Finucci. Il nuovo Stato, è una federazione di cinque grandi regioni rappresentate da altrettante isole galleggianti che si trovano al centro degli oceani, formate dall’accumulo dei rifiuti trasportati dalle correnti. Ha una superficie immensa (quasi 16 milioni di chilometri quadrati), ma non compare sulle carte geografiche perché è priva di una collocazione definita.  La sua capitale è Garbandia ed ha bandiera di colore azzurro con vortici rossi. La capillarità della disposizione dei Garby nel centro storico è stata studiata affinché siano facilmente raggiungibili e accessibili, in modo che i cittadini-utenti possano trovarli a due passi da casa o dal posto di lavoro. Con l'avvio di Garby, partirà proprio dal centro storico anche una seconda novità, che riguarda la separazione del vetro dal multilaterale leggero (plastica e imballaggi in metallo e in acciaio). La terza novità, infine, si riferisce al sistema di misurazione della tariffa: con l'introduzione della tariffa puntuale sulla parte variabile della bolletta, infatti, i cittadini pagheranno per l'effettiva quantità di rifiuto indifferenziato prodotta e conferita alle isole.
È evidente, da questi riferimenti – suggestivi, ma anche culturali - la volontà dell’assessore all’Ambiente del Comune di Lucca, Francesco Raspini, di Matteo Romani e Caterina Susini, rispettivamente presidente e dirigente di Sistema Ambiente, di promuovere una rinnovata sensibilità ambientalista anche nella comunità lucchese.
       

CHI PUO' CONFERIRE ALLE ISOLE FUORI TERRA
Tutte le utenze domestiche (circa 5.350) e le utenze non domestiche, la cui quantità di rifiuto le renda simili ad un’ utenza domestica (circa 1.660), saranno dotate delle tessere per il conferimento ai Garby, mentre le utenze non domestiche la cui quantità di rifiuto sia elevato saranno servite con un servizio domiciliare,  attraverso la dotazione di contenitori carrellati e vuotature ad orario ed in giorni prestabiliti.
Alle utenze non domestiche saranno consegnati contenitori carrellati dotati di trasponder UHF e chiusura, in modo da evitare l’esposizione di sacchi sfusi e la contaminazione del rifiuto da parte di terzi.

Per spiegare le novità e fornire le informazioni necessarie alle Utenze NON Domestiche (circa 360) , che avranno un servzio domiciliare, verrà indetto un incontro presso la sala dell'Oro della Camera di commercio di Lucca Giovedì 14 Novembre alle ore 9.00. Vedi il volantino