IN EVIDENZA

Punteggio ambientale in vigore dal 1 gennaio 2024 ↓

Con decorrenza dal 1°gennaio 2024 ad ogni conferimento presso i centri di raccolta comunali, dotati di un sistema di identificazione e pesatura dei rifiuti, verrà attribuito un “punteggio ambientale” che, moltiplicato per un coefficiente fisso da definire in sede di deliberazione tariffaria, corrisponderà alla riduzione applicata in fattura. Leggi l'estratto del regolamento.

Una App al servizio del cittadino ↓

Grazie all'App Junker, la differenziata non è mai stata così facile: uno strumento semplice di usare che scoprirete essere un alleato indispensabile.

Che si tratti di ricordarvi cosa esporre oggi, che dobbiate fare una segnalazione o che siate indecisi sul bidone in cui gettare un determinato prodotto, Junker ha tutte le risposte che cercate!

Provatela subito scaricandola dal playstore o attraverso il QR code che trovate sul nostro sito https://junkerapp.it/scarica-junker/

Dal 1 Ottobre 2023 cambia la raccolta degli indumenti usati a Lucca ↓

Dal 1 Ottobre 2023 cambia la raccolta degli indumenti usati a Lucca - Vedi la brochure

L’assessore Consani e la presidente Bianchi “Una razionalizzazione del servizio anche in nome del decoro della città”

Da ottobre, con un comprensibile periodo di assestamento, cambierà radicalmente il sistema di raccolta e recupero dei vestiti usati. Una pratica virtuosa, che permette di assegnare capi di vestiario in buono stato a persone bisognose e evita in tal modo che essi finiscano tra i rifiuti, con evidente vantaggio per la raccolta e per l’aspetto etico di questa azione comunque di carità e solidarietà verso chi ha bisogno.

“Ci sono una serie di fattori concomitanti, che ci hanno portato a elaborare una operazione di rinnovo totale del servizio per garantire comunque che chi vuole donare il proprio vestiario usato lo possa continuare a fare, ma contemporaneamente senza vedere disseminati sul territorio i cassonetti e , soprattutto, i vestiti stessi intorno a essi, come purtroppo spesso accade - confermano Cristina Consani, assessore all’ambiente del Comune di Lucca e Sandra Bianchi, presidente di Sistema Ambiente - Quindi nessun ridimensionamento, come potrebbe apparire a prima vista, ma una razionalizzazione del servizio, a vantaggio del decoro dell’intero territorio comunale, visto che fino a oggi ci sono stati  85 cassonetti in 69 postazioni, mentre noi convogliamo tutto in 5 centri di raccolta, controllati anche attraverso videocamere. Cercheremo di fare una adeguata informazione con l’utilizzo di pannelli esplicativi e una presenza dove oggi ci sono i cassonetti, per spiegare il più possibile questa importante novità”.

Questa modifica prende spunto dal termine del contratto con la cooperativa individuata nel 2018 per la raccolta degli indumenti usati, che scade appunto con la fine di settembre, e dai rilevamenti che hanno evidenziato reiterati abbandoni di rifiuti nei pressi dei contenitori degli indumenti usati, disseminati sul territorio comunale. L’amministrazione comunale e Sistema Ambiente hanno così elaborato un piano operativo con l’obiettivo di dare un segnale di cambiamento e gestione responsabile della raccolta.

A partire dal mese di ottobre, quindi, compatibilmente con i tempi tecnici dell’azienda, saranno rimossi dal territorio tutti i contenitori gialli per la raccolta degli indumenti usati, e questa proseguirà solo presso i centri comunali di raccolta, grazie anche alla collaborazione di organizzazioni no profit, come il Centro del Riuso Daccapo, che si sono resi disponibili ad accettare gli indumenti che vi verranno portati.


L’importante servizio, che associa l’aspetto ambientale a quello solidale, viene quindi rafforzato e implementato, cercando però di porre rimedio alle problematiche che un non corretto utilizzo dello stesso provocava.

L’amministrazione comunale e Sistema Ambiente ricorda infine che, in base alle vigenti normative, per indumenti usati si intendono abiti, scarpe, biancheria personale e per la casa in buono stato e riutilizzabile, per cui scarpe rotte o indumenti infeltriti o inutilizzabili, così come scarti di tessuto, devono essere conferiti nell’indifferenziato come rifiuti.

 

Orario di accesso allo scarico presso i CCR ↓

Si informa che per garantire il rispetto delle norme di gestione e sicurezza per l'accesso allo scarico presso i CCR, si comunica che l'ultimo accesso verrà consentito al massimo i quindici minuti prima dell'orario di chiusura.

 

Informativa per richieste telefoniche o scritte ↓

Si informano gli utenti che a partire dal 1 Gennaio 2023 è necessario, per qualsiasi tipo di richiesta telefonica o scritta, fornire il codice contribuente reperibile nelle fatture di competenza 2022.

Il codice contribuente è riportato nella prima pagina della fattura in alto a sinistra e termina con E715

Si ringrazia per la collaborazione

 

 

 


SERVIZI

 

Canali di contatto Clicca qui per contattarci